L’EMERGENZA CORONAVIRUS. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha diramato le raccomandazioni generali da seguire per contenere il contagio. Gli artisti italiani si mobilitano per sensibilizzare la cittadinanza con la campagna #iorestoacasa

iorestoacasa

iorestoacasa

Dopo gli ultimi provvedimenti del governo per restringere la diffusione del contagio, diversi artisti italiani si sono mobilitati per sensibilizzare la cittadinanza e convincerla dell’importanza, in un momento così critico, di restare il più possibile a casa e di limitare gli spostamenti solo alle necessità più urgenti.

#iorestoacasa

#iorestoacasa è lo slogan che ben sintetizza l’appello lanciato da numerosi protagonisti del mondo dello spettacolo. Tiziano Ferro, Amadeus, Jovanotti, Ligabue, Fiorello, Cristiana Capotondi, tanto per citarne alcuni, hanno invitato proprio i più giovani a comportarsi responsabilmente evitando così di mettere a repentaglio la vita delle persone più deboli e a maggior rischio come gli over 65enni. «Siate responsabili e rimanete in casa. Io resto a casa» ben sintetizza lo scopo della campagna.

I consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha diramato le raccomandazioni generali da seguire per contenere il contagio da coronavirus. Eccole in sintesi:

  • evita il contatto stretto con soggetti affetti da infezioni respiratorie acute;
  • evita luoghi affollati;
  • evita le strette di mano e gli abbracci fino a quando questa emergenza sarà finita;
  • lava frequentemente le mani (con acqua e sapone o utilizzando un gel a base alcolica), in particolare dopo contatto con persone malate o con il loro ambiente;
  • copri bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Altrimenti usa la piega del gomito;
  • non toccarti occhi, naso e bocca con le mani;
  • se hai sintomi simili all’influenza resta a casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici, ma contatta il medico di medicina generale, i pediatri di libera scelta, la guardia medica o i numeri regionali.

foto_stefania
Stefania Barcella
Giornalista iscritta all’albo dei pubblicisti della Lombardia (IT)



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*