La Knesset approva una controversa legge che definisce Israele “Stato-nazione del popolo ebraico”, rischio discriminazioni

israele-knesset

israele-knesset

La Knesset, il Parlamento israeliano, al termine di un acceso dibattito ha approvato a maggioranza una controversa legge che definisce Israele come “Stato-nazione del popolo ebraico”. A favore del provvedimento hanno votato 62 deputati: contrari 55, compresi i rappresentanti dei partiti arabi.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu che ha parlato di “rispetto di tutti i cittadini”, mentre Ayman Odeh, leader dei partiti arabi, ritiene che la norma dimostri che Israele “non ci vuole qui”. Secondo i sostenitori del provvedimento, la legge ha il pregio di porre i valori ebraici e quelli democratici sullo stesso piano, mentre i detrattori vi ravvisano l’intento di discriminare le minoranze.

La legge dichiara anche Gerusalemme capitale d’Israele e adotta il calendario ebraico come quello ufficiale dello Stato.

foto_stefania
Stefania Barcella
Giornalista iscritta all’albo dei pubblicisti della Lombardia (IT)



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*